Fitoterapia e sovrappeso: considerazioni…

enrica“E’ bene precisare subito che non esistono“piante che fanno  dimagrire” anche se  ogni anno viene lanciata sul mercato la pianta, guarda caso esotica e quindi un po’ magica, che promette miracoli che poi puntualmente non manterrà. Risulta indispensabile pertanto far comprendere al paziente in sovrappeso che non può essere la pianta, il farmaco o alcunché di miracoloso a farlo dimagrire: solo l’attuazione di un insieme di strategie terapeutiche, seguite sotto controllo medico, saranno in grado  di modificare  l’atteggiamento nei confronti del cibo, di migliorare l’adesione alla dieta e di stimolare l’organismo. La Fitoterapia con il suo vasto bagaglio di piante medici­nali può essere considerata una valida alleata nel trattamento del sovrappeso e dell’obesità. Grazie ad un attento e mirato utilizzo delle piante medicinali si potrà, ad esempio, sia riequilibrare la funzionalità epatica e quindi intestinale, spesso compromessa, sia at­tivare un “drenaggio” che consentirà l’eliminazione delle scorie metaboliche da parte dell’organismo attraverso i suoi emuntori naturali: fegato, reni, intestino, pelle. Potranno anche essere prescritte, singolarmente  od associate tra loro, piante la cui valenza terapeutica andrà dall’azione diuretica a quella di stimolo, se insufficiente, della funzionalità tiroidea, da quella di regolazione a livello del sistema neurovegetativo a quella di moderatore dell’appetito. Quando viene prescritta una pianta medicinale, inoltre, non si somministra un singolo principio attivo, ma un insieme di elementi, come sali minerali, oligoelementi, vitamine, acidi, ecc – il cosiddettoFitocomplesso – che andrà ad agire non su un singolo organo ma sull’organismo in toto.”(Tratto da Campanini E., “Sovrappeso e cellulite“, Ed.Tecniche Nuove)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *