Andrea di “AtuttoYoga”ha scritto un articolo per noi!

5 consigli importanti di un insegnante per iniziare a fare yoga al meglio

Quando qualcuno si approccia per le prime volte a questa disciplina così vasta, solitamente si trova davanti innumerevoli informazioni e spesso non si sa bene da dove iniziare.

In questo articolo ti darò dei consigli che, se seguiti ovviamente, ti permetteranno di praticare correttamente ed efficacemente fin dalle prime volte che sali sopra al tappetino.

Iscriviti ad un corso

La prima cosa da fare per praticare correttamente è frequentare un corso.

Molti praticanti iniziano da autodidatta e così succede che cominciano a praticare in modo scorretto e continuano a farlo per molto tempo.

Iniziare sotto gli occhi di un insegnante è di fondamentale importanza per mettere le basi di una pratica corretta e salutare.

Già dopo qualche lezione potrai praticare anche a casa autonomamente.

Scegli una sequenza adatta

 Una volta gettate le basi di una pratica corretta potrai iniziare a fare yoga anche a casa.

Per farlo ti consiglio di scegliere una sequenza adatta a te e di praticarla per qualche mese.

Su internet ne puoi trovare moltissime oppure la puoi chiedere direttamente al tuo insegnante.

Non praticare posizioni senza una logica perché la pratica dovrebbe essere equilibrata in modo che lavori tutto il corpo.

Se non hai le competenze per costruire una sequenza è meglio che la prendi una già fatta da un’insegnante.

 

Fa che la pratica diventi una routine

 Una delle cose più importanti dello yoga è la costanza nella pratica.

Molti praticanti sperano di ottenere grandi benefici dallo yoga ma quando si tratta di aprire il tappetino a casa lo fanno raramente.

E’ importante che la pratica sia fatta tutti i giorni o quasi. Anche se hai solo 10 o 20 minuti liberi apri il tappetino e fai qualche saluto al sole.

Ricordati che i benefici sono proporzionali alla pratica.

Una volta che avrai sperimentato quanto ti senti meglio se pratichi quotidianamente sono sicuro che il tempo che salirai sul tappetino aumenterà.

Concentrati sulla respirazione

Una delle cose più importanti della pratica è sicuramente la respirazione.

Perciò durante tutta la pratica portaci l’attenzione. E’ proprio il respiro lo specchio della qualità della tua pratica.

Se è lento, calmo, profondo e regolare significa che stai praticando bene.

Se invece comincia a diventare affannoso, corto e rapido probabilmente ti stai sforzando oltre le tue capacità e perciò dovresti fare un piccolo passo indietro o magari riposarti in una posizione rilassante.

Mantenere sempre l’attenzione sulla respirazione è importantissimo perché, oltre a essere un’indicazione di come stai praticando, è anche un modo per concentrarti maggiormente sul momento presente.

Quello che è conosciuto come il “qui ed ora”.

Sii paziente e non avere fretta

 E’ normalissimo che le prime volte che praticherai una posizione non riuscirai ad eseguirla perfettamente.

Il tuo corpo non è abituato e ha bisogno di tempo per arrivare ad farla.

Una lezione che lo yoga ci insegna è di non avere fretta ma di rilassarsi.

Se anche quando farai una posizione assumerai questo atteggiamento la tua pratica sarà corretta e piacevole.

Se invece avrai fretta di arrivare ad eseguire una posizione perfettamente rischierai di farti male e questo va contro ciò che lo yoga insegna.

Alcune posizioni ci vogliono anni per arrivare a eseguirle, altre non basta una vita.

Perciò non avere fretta, piuttosto cerca di praticare serenamente senza voler raggiungere subito la meta, altrimenti non ti goderai il viaggio.

Andrea di AtuttoYoga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *